VALIGIA IN RITARDO O SMARRITA, COSA FARE

I diritti del passeggero spiegati con parole semplici, ready for holidays
Ready for holidays!

La tua valigia è in ritardo? ecco cosa fare

L’incubo di ogni viaggiatore è restare davanti al nastro dei bagagli e non trovare la propria valigia.

Semmai dovesse accadere è necessario conoscere i propri diritti ed agire in fretta nella maniera corretta.

Innanzitutto dovete sapere che avete diritto a un risarcimento e tale risarcimento è regolato sia dalla Convenzione di Montreal che dal Regolamento (CE) n.889/02.

Veniamo ora alle azioni da intraprendere:

  1. Recarsi allo Sportello Reclami dell’aeroporto per la compilazione del modulo reclami detto P.I.R. (Property Irregularity Report);
  2. Acquistare, se necessario, beni di prima necessità (ad esempio biancheria intima, spazzolino, ecc.) e conservare tutti gli scontrini o fatture; la compagnia aerea è tenuta al rimborso degli stessi. Ogni compagnia aerea ha le proprie regole, alcune vi rimborseranno per intero le spese sostenute, altre vi rimborseranno una percentuale di esse e tutte hanno un tetto massimo di risarcimento che per legge è fissato a 1.131 DSP (corrispondenti grossomodo a 1000 €);
  3. Inviare lettera di reclamo alla compagnia aerea entro 21 giorni dalla data in cui il bagaglio è stato messo a disposizione del passeggero; il mio consiglio è quello di inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno oppure una PEC al fine di provare di aver rispettato i termini previsti dalla legge di 21 giorni. Alla raccomandata o PEC vanno allegati:
    • il codice di prenotazione del volo in caso di acquisto via internet oppure l’originale della ricevuta in caso di biglietto cartaceo;
    • l’originale del P.I.R. rilasciato in aeroporto;
    • l’originale del talloncino di identificazione del bagaglio;
    • gli originali degli scontrini e/o ricevute fiscali nei quali sia riportata la tipologia della merce acquistata (solo beni di prima necessità come indicato nel punto 2) in sostituzione dei propri effetti personali contenuti nel bagaglio;
    • indicazione delle coordinate bancarie complete: nome del titolare del conto corrente, nome e indirizzo della Banca, codice IBAN; se i suddetti dati non si riferiscono all’intestatario della pratica, specificare anche l’indirizzo di residenza, numero di telefono, numero di fax (se disponibile), indirizzo e-mail (se disponibile).

Come ultimo e utile consiglio prima di mettersi in viaggio sarebbe meglio fare una foto alle vostre valigie perché in caso di smarrimento sarà più facile fare la loro descrizione allo sportello reclami.

Per conoscere gli altri diritti del passeggero, come nel caso di volo in ritardo o cancellato, clicca qui

Viaggia sempre sereno e informato con italiantour.org! e se hai domande non esitare a scriverci.

 

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE