Saint’Emilion, il borgo e il vino

Breve guida in italiano del borgo di Saint’Emilion 

Curiosando su internet mi sono resa conto che per i viaggiatori italiani che volessero passare un weekend nelle zone di Bordeaux, tutte le informazioni turistiche così come le visite organizzate nelle cosiddette ‘strade del vino‘ sono tutte in lingua francese o tuttalpiù in inglese. 

Poiché la zona è particolarmente bella e merita di essere visitata, per coloro i quali non conoscessero bene le lingue straniere, ho pensato di tradurre le informazioni fondamentali che sono presenti nel sito ufficiale Bordeaux-tourism.com. Di seguito troverete una  breve presentazione della città di Saint’Emilion, e dei suoi famossimi Vini. Per sapere invece dove poter fare una degustazione in Château cliccate qui.

SAINT’EMILION, IL VILLAGGIO MEDIEVALE

Saint-Emilion è un affascinante villaggio medievale situato nel cuore della famosa zona vinicola di Bordeaux. È un sito davvero unico dove cantine famose in tutto il mondo, vino raffinato, architettura meravigliosa e grandi monumenti sono una coppia perfetta.

Leggi tuttoSaint’Emilion, il borgo e il vino

Cosa fare il 25 Aprile 2018: visita il Festival degli Aquiloni

38° FESTIVAL INTERNAZIONALE DELL’AQUILONE A CERVIA

Festival degli Aquiloni di Cervia
Fonte: http://www.turismo.comunecervia.it/it/eventi/manifestazioni-e-iniziative/sport-giochi/festival-internazionale-dellaquilone

Il Festival degli Aquiloni di Cervia nasce nel lontano 1981 da un’idea del pittore Claudio Capelli. Da allora gli aquiloni di tutto il mondo si danno appuntamento sulla spiaggia di Cervia per dar vita a una kermesse coloratissima GRATUITA.

Leggi tuttoCosa fare il 25 Aprile 2018: visita il Festival degli Aquiloni

Visita al castello delle favole: il castello di Torrechiara

Idea per una gita fuori porta a Pasqua

Castello di Torrechiara, Parma
Fonte: advicetotravel

Chi da bambino non ha immaginato il castello delle favole, medievale, con le torri ai lati, i merli, il ponte levatoio, i cavalieri a cavallo, le armature e una bellissima storia d’amore?

Leggi tuttoVisita al castello delle favole: il castello di Torrechiara

Sua maestà lo Speck! vendita online

Interno del punto vendita di Andalo: il Maso dello Speck
Il freddo di questi giorni mi riporta alla mente la vacanza in montagna al lago di Molveno di cui vi ho parlato qualche tempo fa.
Ai ricordi di quel paesaggi bellissimi mi si è affiancato quello dello speck e di tutte le specialità artigianali che ho avuto modo di assaggiare in un bel negozietto di Andalo non lontano dagli impianti di risalita.
Quello che vedete nella foto in alto è proprio l’interno della bottega in cui ho dato fondo alla carta di credito per comprare le sue prelibatezze prodotte ancora secondo usanze antiche e radicate nella tradizione: il suo nome è il Maso dello Speck – Tito Speck e Tradizione.
Al fine di assicurare l’eccellenza dei loro prodotti, questa famiglia di artigiani utilizza solo ingredienti e materie prime selezionate sottoponendole ad una lavorazione accurata. I loro prelibati prodotti grazie all’aria salubre e all’affumicatura che avviene con tutta la cura e l’amore di una lavorazione artigianale, assumono delle caratteristiche di bontà inimitabile.
La produzione avviene nel maso di famiglia sito sull’altipiano delle Ganzaie nei pressi dell’abitato di Daiano (Cavalese).
Pezzo forte del maso è ovviamente lo speck assieme ad altri prodotti di cui ne ho testato la bontà: cacciatori di cervo, bresaola, speck di fesa, salame di cervo, capriolo e cinghiale… tutti deliziosi.
Consiglio a tutti coloro che passeranno una vacanza da quelle parti di prendersi una pausa per lo shopping e passare dal Maso dello speck! Nella stessa bottega ho anche acquistato il più squisito succo di mela mai assaggiato prima: ‘succo di mela del Renon‘ è il nome che mostrava l’etichetta.
Poiché la nostalgia della bontà di questi prodotti era tanta, ho cercato di contattare i proprietari del maso che prontamente mi hanno risposto e assicurato che possono spedire la merce in tutta Italia.
Chi volesse quindi organizzare un ‘aperitivo di montagna’ pur essendo al mare, può contattare cliccando qui questi artigiani i quali forniranno catalogo e listino prezzi.
Anche questa è cultura, buon viaggio a tutti!

Cosa fare nel weekend: gita fuori porta a Brisighella

Brisighella: Torre dell'Orologio

Se non sapete cosa fare nel weekend vi consiglio una gita fuori porta nella bellissima Brisighella: un antico borgo medioevale e termale che si trova a pochi chilometri da Faenza nell’Appennino Tosco-Romagnolo.
Come la cittadina di Molveno anche Brisighella ha ottenuto dal Touring Club Italiano la Bandiera Arancione oltre ad altre certificazioni come quella di ‘Città Slow’.
Camminare tra le viuzze del borgo è rilassante e non c’è un periodo migliore per visitarla, credo sia bella in qualunque momento dell’anno.
Il borgo è posto ai piedi di tre pinnacoli di gesso su cui poggiano la Rocca Manfrediana del XV secolo, la Torre dell’Orologio e il Santuario del Monticino.

Leggi tuttoCosa fare nel weekend: gita fuori porta a Brisighella

Vacanza al lago di Molveno, cosa fare e dove mangiare

Vista del Lago di Molveno dalla località di MolvenoConsigli per la vostra vacanza di relax in famiglia

Se la vostra idea è quella di passare le vacanze in montagna allora ci tengo a segnalarvi che nel Parco Naturale Adamello Brenta le Dolomiti si specchiano nelle acque cristalline del lago di Molveno vincitore per quattro anni consecutivi del titolo di ‘Lago più bello d’Italia’ secondo Legambiente ed il Touring Club Italiano. Lo stesso TCI ha anche ha assegnato alla località di Molveno il titolo di Bandiera Arancione, un marchio di qualità turistico-ambientale conferito ai piccoli comuni dell’entroterra italiano che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità.
La scoperta di questo posto incantato comincia durante un periodo in cui a causa di stress eccessivo si era resa necessaria una pausa rigenerante.

Leggi tuttoVacanza al lago di Molveno, cosa fare e dove mangiare

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE